psicoterapia della gestalt visi

La Psicoterapia della Gestalt per gli esseri umani

La Psicoterapia della Gestalt ti aiuta a colorare la tua vita, allargando la tua visone di te e del mondo, aiutandoti a vedere che sei molto di più di quello che pensi.
La Gestalt non riduce le persone a sintomi e problemi, ma parla agli esseri umani nella loro complessità e bellezza.

Certamente, esiste la psicopatologia, così come i disturbi specifici, e una determinata sintomatologia conduce ad una possibile diagnosi, più o meno specifica.
Nella Psicoterapia della Gestalt, semplicemente la persona viene considerata in un’ottica più allargata e personale.

Quindi, l’approccio della Psicoterapia della Gestalt non vede Tizio come una persona depressa, o che ha un disturbo di personalità, e che quindi è da curare.
La Gestalt vede Tizio come mondo complesso tutto da scoprire, con vissuti emotivi e bisogni personali, con una storia alle spalle così come con aspettative e desideri futuri, che ha anche degli atteggiamenti e dei tratti caratteriali che possono ricondurre ad una certa psicopatologia che vanno tenuti in considerazione perché indubbiamente ridurrano le sue possibilità di una vita appagante, ma che non si riduce a questo.
Qui l’obiettivo non è curare un disturbo, ma aiutare la persona a conoscersi e a sviluppare o potenziare quelle competenze che possono aiutarla ad affrontare al meglio la propria vita, per raggiungere i propri sogni e vivere più fluidamente il rapporto con il mondo interno ed esterno.

Inoltre, è risaputo che una diagnosi non porta con sé automaticamente la soluzione al problema.
Se parliamo in termini di farmaci, allora forse si.
Ma l’approccio medico mal si addice alla psicoterapia.
Quindi, quando non diventa una fonte di pregiudizi, avere una diagnosi può essere un indicatore per far si che il terapeuta presti attenzione a certi aspetti. Poi però il processo psicoterapeutico si instaura dentro e a partire dalla relazione che si crea tra terapeuta e paziente. Come sempre accade in Gestalt.
Si parte dalla relazione e dentro a quella si lavora.

La persona con una diagnosi vede ridursi il proprio mondo a quella diagnosi e sarà la prima a restringere il proprio modo di percepirsi, vedendo solo i propri sintomi.
Questo, paradossalmente, non fa altro che amplificarli e alimentare il disagio.

La direzione della Psicoterapia della Gestalt è opposta a questo processo e l’obiettivo è di aiutare queste persone a smettere di identificarsi completamente con i propri disturbi e aggiungere alla percezione di sé tutte le altre parti e gli altri aspetti che altrimenti rimangono in ombra.

In generale, anche senza entrare nella psicopatologia, la Gestalt intende aiutare le persone a identificarsi sempre meno con i propri problemi e vedere se stessi in una luce più ampia, sia scoprendo nuovi aspetti di sé, sia aggiungendone di nuovi.
Questo fa si che la persona diventi più forte, si percepisca più integra e possa essere più capace di creatività nell’affrontare le continue sfide che la vita ci pone davanti.

Per maggiori informazioni, clicca qui.

Per leggere gli articoli che scrivo, visita il mio blog.

Fonte immagini: pixabay – immagini libere da copyright